Ressa di fedeli a La Mecca: morti e feriti « جريدة الجمهورية والعالم

Ressa di fedeli a La Mecca: morti e feriti

الخميس, سبتمبر 24th, 2015

Riad – Strage alla Mecca nella Festa del Sacrificio, il momento culminante del pellegrinaggio al luogo santo dell’Islam: alle porte della città saudita, la ressa di fedeli che si accalcavano per il rituale della “lapidazione di Satana” ha provocato almeno 717 morti e oltre 800 feriti

2015-09-24T105936Z_882832492_GF10000218702_RTRMADP_3_SAUD-HAJ_MGTHUMB-INTERNA

La dinamica
La tragedia è accaduta poco dopo le 7 di mattina, quando i fedeli si spostavano dai campi dove pernottano al luogo dove si svolge il rito della lapidazione delle tre colonne, che simbolizzano le tentazioni del diavolo, al terzo giorno del pellegrinaggio. Con questo rituale, i musulmani ricordano il sacrificio di Abramo, che per amore di Allah offrì la vita di suo figlio primogenito, Ismaele. In questo momento, secondo le autorità saudite ai riti alla Mecca partecipano tre milioni di persone

Nic6489291_MGTHUMB-INTERNA

La ressa

L’incidente è avvenuto nella valle di Mina, a una decina di chilometri dalla Mecca, mentre i fedeli si riversavano dai campi dove dormono al luogo dove compiono il rito della lapidazione dei tre pilastri che rappresentano le tentazioni del diavolo. La calca si è formata intorno alle 7 all’incrocio tra le strade 204 e 223. La 204 è una delle principali arterie che portano dai campi di Mina a Jamarat, il luogo dove i pellegrini lapidano il diavolo: la ressa si è scatenata quando centinaia persone che si allontanavano si sono scontrate con l’enorme flusso di pellegrini che vi volevano accedere.

mecca1_MGTHUMB-INTERNA

La strage più grave

Per la Mecca è una strage persino più grave di quella del 2006, costata la vita a 364 fedeli, folla oceanica che ogni anno si riversa alla Mecca per compiere l’Hajj, il pellegrinaggio che ogni musulmano in buona salute deve compiere almeno un volta nella vita. L’incidente segue di pochi giorni quella avvenuto l’11 settembre, quando una gru era precipitata sulla Grande Moschea della Mecca durante i lavori di ristrutturazione, causando 107 morti e 238 feriti. Imponenti i soccorsi, con oltre 4mila persone impiegate e almeno 220 ambulanze sul posto. Quest’anno alla Mecca si calcola che ci siano quasi due milioni di persone (3 milioni secondo Riad), quasi un milione e mezzo stranieri, per cui tra le centinaia di vittime è probabile che molti siano stranieri.

أضف تعليق

عدد التعليقات